Home Thursday, April 27 2017 - 01.25
ITALIAN VERSION
CSS
Teatro stabile
di innovazione
del Friuli Venezia Giulia
via Crispi 65
33100 Udine - Italy

tel +39 0432 504 765
fax +39 0432 504 448
info@cssudine.it
 
 
Other resources:
Transient
/ Transient
Armin Linke, Renato Rinaldi e Giuseppe Ielasi presentano un atlante delle trasformazioni urbanistiche e antropologiche che la tecnologia opera sul paesaggio.
year 2008
text performance audiovisiva

Armin Linke, Renato Rinaldi e Giuseppe Ielasi presentano un atlante delle trasformazioni urbanistiche e antropologiche che la tecnologia opera sul paesaggio.
directed by un progetto di Armin Linke, Renato Rinaldi, Giuseppe Ielasi
music suono Renato Rinaldi e Giuseppe Ielasi
additional details video Armin Linke, con la collaborazione di Claudio Sinatti
concept video proiezione Claudio Sinatti
production una produzione CSS Teatro stabile di innovazione del FVG con il sostegno di InnovAction
nell’ambito del progetto Laboratorio per l’innovazione dei linguaggi nella scena artistica e teatrale
 
Una narrazione per immagini di architetture, paesaggi e infrastrutture, in cui tecnologia-rappresentazione-realtà-finzione si articolano in tutte le possibili combinazioni nel tentativo di rappresentare le mutazioni del paesaggio contemporaneo. Quella che proponiamo è una visione lenta in cui la lentezza è un dispositivo per rafforzare lo sguardo e la sua cruda nitidezza, per rafforzare la critica e il pensiero che la sostiene, riducendo al minimo ogni compiacimento estetico e virtuosismo tecnico. Immagini usate come scenografie per un’opera lirica e suoni concreti orchestrati attraverso trasformazioni elettroacustiche per dare risalto alla dimensione epica in cui la tecnologia opera e trasforma il paesaggio.

Questo lavoro nasce nell’ambito del Laboratorio per l’innovazione dei linguaggi nella scena artistica e teatrale, promosso da CSS Teatro stabile di innovazione del FVG, Comune di Udine e Regione Friuli Venezia Giulia.

Armin Linke è nato nel 1966 e vive a Milano.
Come fotografo e filmmaker sta lavorando a un archivio a crescita progressiva sulle diverse attività umane e sui nuovi paesaggi naturali e artificiali, cercando di documentare situazioni in cui i confini tra finzione e realtà si assottigliano e diventano invisibili. Tra le mostre principali ricordiamo: Armin Linke, Klosterfelde, Berlin (2007); Flash Cube Leeum-Samsung Museum of art Seul (2007); Trans.it National Museum of contemporary art Bukarest (2006); Architecture Invisible, Centre Culturel Suisse, Paris (2005); Galleria Vistamare, Pescara(2005); 9° Mostra Internazionale di Architettura, Biennale di Venezia (2004); 50a Esposizione Internazionale d'Arte, Biennale di Venezia (2003); Accademia Americana, Roma (2003); Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo, Roma (2003); 25° Bienal de São Paulo (2002); Bienal de Valencia (2001).

Renato Rinaldi è nato a Codroipo nel 1966.
Ha lavorato come attore per il CSS Teatro stabile di innovazione del FVG e a Milano con il Teatro dell’Elfo. Lascia poi il palcoscenico per occuparsi di suono, composizione e musica elettronica, sia per il teatro (come compositore per Andrea Taddei, Elio De Capitani, Rita Maffei, e collaborando con Giovanna Marini, Banda Osiris, per Teatri alla radio della Rai) che per progetti musicali.
In campo strettamente musicale si interessa alla libera improvvisazione e alla composizione elettroacustica, con particolare attenzione al rapporto suono/ambiente.
Da alcuni anni collabora con l’artista Armin Linke ad un progetto di documentazione audiovisiva sulla antropizzazione dell’ambiente alpino. Installazioni visive e sonore di tale progetto sono state esposte in diversi musei europei ed alla Biennale di Venezia.

Giuseppe Ielasi è nato nel 1974 e dal 1990 vive a Milano.
Ha iniziato a suonare la chitarra nel 1988 e da allora ha lavorato molto nel campo dell’improvvisazione musicale esibendosi dal vivo assieme a Taku Sugimoto, Jerome Noetinger, Mark Wastell, Martin Siewert, Nmperign, Brandon Labelle, Nikos Veliotis, Gert-Jan Prins, Phill Niblock, Oren Ambarchi, Thomas Ankersmit.
In questi anni il suo principale interesse è la creazione di progetti site-specific e di performance, sempre usando la chitarra come sorgente principale ma integrandola con l’uso di microfoni e sistemi multi-channel, per realizzare complesse connessioni per la diffusione del suono in relazione allo spazio.
 

CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia via Crispi 65 Udine 33100 – Italy | Cookie Policy

web agency